Mi LEGO al Territorio

In caso di alluvione, sappiamo come comportarci? Il progetto parte dalla consapevolezza che siamo tutti esposti al questo rischio, ma spesso non sapremmo come comportarci in caso di evento alluvionale. Il progetto vuole quindi promuovere una cultura dell'autoprotezione, partendo dagli studenti delle scuole superiori.

L’idea di base del progetto è nata dagli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio: “Il nostro percorso formativo ci ha fatto sviluppare la percezione del rischio a cui tutti noi siamo esposti in caso di eventi alluvionali e della necessità di diffondere una cultura dell'autoprotezione tra i cittadini di ogni età”.

Le notizie di cronaca e i dati raccolti nel corso del precedente progetto www.sosalluvione.tk hanno confermato che il livello medio di preparazione della popolazione adulta è  decisamente inadeguato ad affrontare il rischio idrogeologico che caratterizza il nostro territorio.

“Sfruttando quindi le dinamiche di diffusione delle informazioni e delle nuove tecnologie – proseguono gli studenti nella loro presentazione del progetto - ci rivolgeremo ai ragazzi delle scuole medie inferiori, offrendo un prodotto integrato che, utilizzando le tecniche della gamification (strategie di comunicazione basate sul gioco), si possa fondere con i programmi didattici. Poiché il gruppo è composto da studenti provenienti da diverse realtà regionali e atenei differenti (Politecnico e Università di Torino), le competenze che possiamo mettere in campo sono trasversali e interdisciplinari, tali da offrire uno sguardo a 360 gradi sui diversi scenari e sulle possibili tecniche di comunicazione”.

Il prodotto del progetto è un kit di autoprotezione a scopo divulgativo, così composto:

  • modellino analogico di un bacino idrografico realizzato con stampante 3D e implementato con mattoncini LEGO per simulazioni idrauliche di molteplici scenari a rischio alluvionale (corredato di vasca e pompe idrauliche), adatto a valutare gli effetti dell’urbanizzazione e del consumo di suolo, con l’obiettivo di trasmettere ai ragazzi, tramite una rappresentazione “dal vivo” e un approccio giocoso, i rischi che possono correre trovandosi in determinate situazioni e i comportamenti da tenere;
  • video in stop motion per la presentazione e pubblicizzazione del modellino analogico, corredato, al contempo, di esempi di montaggio, utilizzo e funzionamento;
  • serie di video di pubblicità progresso con semplici e chiare istruzioni per sviluppare automatismi decisionali in situazioni di emergenza e sensibilizzare l’utenza al rischio alluvionale;
  • giochi a quiz con scopi di valutazione dell’apprendimento nelle scuole;
  • serie di video-documentari che permettano di distinguere i comportamenti corretti da quelli che possono mettere a rischio, con le rispettive possibili conseguenze;
  • interviste per sensibilizzare la cittadinanza e raccogliere informazioni utili su esperienze vissute, da poter inserire nel sito o nei documentari;
  • materiale cartaceo informativo;
  • videogioco in cui la modellizzazione fisica acquisti una dimensione digitale permettendo di interagire con la realtà virtuale mediante decisioni complesse, simulando dunque i diversi comportamenti che possono essere adottati dal giocatore nelle diverse situazioni virtuali.

Il materiale è stato diffuso nelle scuole medie nel corso di workshop concordati con gli insegnanti, ma anche al di fuori delle sedi scolastiche, stimolando la naturale curiosità dei ragazzi per diffondere il progetto in modo da veicolare il messaggio educativo anche alle famiglie. Al fine di favorire un utilizzo capillare, infatti, sono stati realizzati un sito internet e un canale Youtube, permettendo così di amplificare il dibattito sull’argomento.

CONTATTI E RIFERIMENTI:

sito internet: www.milegoalterritorio.it
canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCSF1E95fPGtcCJQWaV6jPtw 
indirizzo email: legopolito@gmail.com

© Politecnico di Torino - Credits