Progetti

  • 2015

    • Physical computing per il supporto alla disabilità

      Prototipazione, musica e disabilità: sono questi gli elementi del progetto, che mira a mettere insieme creatività e competenze ingegneristiche in un’attività, quella del physical computing, che permette di far interagire ambiente digitale e mondo reale. Il progetto permetterà ai ragazzi del team di apprendere le tecniche di Arduino e applicarle in un contesto nel quale la loro creatività sarà messa alla prova: la realizzazione di strumenti musicali elettronici interattivi che verranno utilizzati dall’Associazione Vivere di Chieri, che opera con persone disabili.

    • Spaziviolenti: riqualificazione partecipata in carcere

      Un lungo corridoio, sul quale si affacciano le sbarre delle porte delle celle; all'interno, spazi sovraffollati, rumore, carenza di spazio e, spesso, di dignità. Questa la descrizione di molte carceri italiane: il progetto del team studentesco spaziviolenti si propone di portare la progettazione architettonica, spesso superata dalle misure burocratiche e di sicurezza, all’interno degli "spazi della pena", per arrivare attraverso il confronto e la costruzione partecipata alla riqualificazione di alcune zone all’interno della Casa Circondariale Lorusso e Cutugno.

    • Mi LEGO al Territorio

      In caso di alluvione, sappiamo come comportarci? Il progetto parte dalla consapevolezza che siamo tutti esposti a questo rischio, ma spesso non sapremmo come comportarci in caso di evento alluvionale. Il progetto vuole quindi promuovere una cultura dell'autoprotezione, partendo dagli studenti delle scuole medie inferiori.

  • 2014

    • Policycle, tecnologia 3D per la mobilità sostenibile

      Mobilità sostenibile e utilizzo delle più avanzate tecnologie 3D si integrano in questo progetto interdisciplinare per l’acquisizione ed elaborazione di informazioni georeferenziate.
      Obiettivo del progetto: arrivare ad un vero e proprio catasto delle piste ciclabili della Provincia di Torino. 

    • DIRECT: pronto intervento per la documentazione in caso di catastrofi

      Dalla geomatica, disciplina che studia le tecniche per acquisire, organizzare e rendere disponibili informazioni georeferenziate, può arrivare un aiuto nelle zone dove si sono verificati eventi catastrofici. Il team ha collaborato con la Protezione Civile nazionale ed ha partecipato ad attività sul campo per l’acquisizione ed elaborazione di dati 3D su siti di particolare valore culturale o paesaggistico esposti a rischi ambientali.

    • Un aiuto concreto per il terremoto dell’Emilia

      Quando si verifica un evento tragico come un terremoto, tutte le forze del Paese hanno l’obbligo di mobilitarsi, portando ciascuno le proprie competenze. Per questo il Politecnico ha deciso di destinare parte dei proventi del 5 per mille ad un’iniziativa nata spontaneamente per fornire il proprio supporto alle popolazioni colpite dal terremoto dell’Emilia. Un aiuto concreto alla fase immediatamente successiva a quella dei soccorsi è arrivato infatti dai tecnici specializzati, che hanno raggiunto le zone terremotate già nei giorni immediatamente successivi alle prime scosse per portare il proprio contributo alla valutazione di agibilità degli edifici colpiti in coordinamento con la Protezione civile e con i tecnici della Regione Piemonte.

  • 2013

    • Crowdmapping Mirafiori Sud: un'esperienza di progettazione partecipativa

      Osservare, comunicare, partecipare sono le parole chiave di un progetto che si è sviluppato in un quartiere - Mirafiori Sud - dove la cittadinanza è attiva, interessata a progetti di cambiamento e supportata da una ricca e vivace rete di associazioni. Con l’utilizzo di ICT a bassissimo costo è stato possibile coinvolgere la cittadinanza in un progetto di mappatura “dal basso”, per identificare le barriere all’accessibilità dello spazio pubblico nel quartiere e individuare soluzioni e strategie per la pianificazione degli interventi.

    • Tutela dei beni culturali e ambientali con la documentazione metrica 3D

      Dalla rilevazione dei rischi idrogeologici alla ricostruzione di monumenti e beni culturali: le tecnologie 3D possono essere applicate a campi diversissimi. Il progetto, in particolare, ha permesso di far rivivere la Domus dei Putti danzanti di Aquileia (Ud), di predisporre rappresentazioni in 3D dell’arco di Augusto e di altri monumenti di Susa (To) e di fornire documentazioni sul rischio idrogeologico in Valsavarenche (Ao).

    • La Città Nascosta

      I bambini hanno una percezione dello spazio differente da quella degli adulti, che spesso non viene presa in considerazione nella progettazione della città e degli edifici. Il progetto, grazie ad un team interateneo di studenti del Politecnico e dell’Università di Torino e all’associazione di volontariato ASAI, ha guidato un gruppo di bambini attraverso la “Storia di Gabriele”: una favola che ha aiutato i ragazzi a far emergere il loro punto di vista sullo spazio e sulla città.

    • Una canoa speciale per aiutare i mielolesi

      Nei soggetti con lesioni spinali, la terapia sportiva è fondamentale non solo per i benefici fisici che può generare, ma anche per quelli psicologici e relazionali. Il progetto ha permesso di realizzare un seggiolino per canoa per soggetti mielolesi, in collaborazione con l’Unità Spinale del CTO di Torino.

  • 2012

    • 5X5=30? 5 per mille X le 5 Terre = 30 studenti (+ 4 docenti)

      Le Cinque Terre sono state il test site per costituire un nucleo di “crisis mappers”, che nelle emergenze aggiornano la cartografia in tempo reale

    • Recuperare la Memoria per dipingere il Futuro

      Recupero della memoria e esigenze dei residenti sono i punti cardine del progetto di progettazione partecipata presso l’ex-Manifattura Tabacchi

    • Educare alla paglia

      Un padiglione costruito in balle di paglia di riso:è il progetto, dedicato ai bambini, realizzato dagli studenti tramite questa tecnologia costruttiva

    • Design di ausili per soggetti mielolesi

      Ideazione, design e prototipazione di sistemi d’ausilio per la pratica riabilitativa e sportiva da parte di mielolesi

  • 2011

    • Architettura montana

      Conoscere per valorizzare: il progetto ha permesso la ristrutturazione di un antico forno del pane nel territorio di Roccasparvera (CN)

    • H2PolitO - XAM

      Il team studentesco H2Polito propone una urban concept car per competere alla Shell Eco-marathon: XAM

    • Policumbent

      Un modo insolito di andare in bicicletta con il team Policumbent, che progetta e realizza una bicicletta reclinata

© Politecnico di Torino - Credits